26 Maggio 2024

Una traccia allucinata, che rifiuta di muoversi dentro un’orbita definita per viaggiare libera sulle ali del suono. Artiminime è il nuovo singolo degli I Hate My Village in uscita oggi, 18 aprile, per Locomotiv Records, secondo brano estratto da Nevermind The Tempo, il nuovo album in arrivo il 17 maggio.

Ascolta Artiminime:  https://bfan.link/artiminime

Dopo il viaggio sonoro tribale e futuristico di Water Tanks (qui il video di Donato Sansone), la superband formata da Adriano Viterbini (Bud Spencer Blues Explosion), Fabio Rondanini (Calibro 35, Afterhours), Marco Fasolo (Jennifer Gentle) e Alberto Ferrari (Verdena), quattro protagonisti assoluti della musica indipendente italiana, torna con una canzone come sempre impetuosa, visionaria, genialmente imprevedibile.

Puro metallo urlante, Artiminime è una jam vorticosa e spregiudicata che si avvolge continuamente in se stessa. Chitarra, batteria e basso, irrequieti e affilati, giocano con i cortocircuiti, mentre la voce si staglia in una nebbia psichedelica.

Una sintesi perfetta del pensiero creativo alla base del progetto I Hate My Village: abbiamo bisogno di note sbagliate e non ci importa del tempo, spiega Adriano Viterbini. La take è registrata su nastro dal vivo, fanculo Pro Tools. Il nostro esperimento privato è diventato allucinazione, che rifiuta nitidezza e chiarezza, a favore di manipolazione e offuscamento.

Artiminime è un assaggio dello spirito che anima il nuovo album, Nevermind The Tempo: un disco che continua a seguire la direzione senza direzione e oltre ogni direzione della band.

Quello degli I Hate My Village infatti è un pianeta sonoro disallineato, che sfugge alle – e fugge dalle – leggi della musica, abitato da quattro personalità artistiche eclettiche e differenti ma capaci di completarsi e fondersi tra loro, di lasciarsi contaminare e di andare oltre ogni etichetta, regola ed equilibrio.

La band si prepara anche a tornare in concerto sui palchi di tutta Italia. Le prime date annunciate del tour, organizzato da DNA concerti, sono il 22 e 23 maggio al Locomotiv Club a Bologna a Express Festival, il 25 a Torino a Jazz Is Dead, il 7 luglio a Sesto Al Reghena (PN) a Sexto’Nplugged, il 12 ad Agrigento a Ellenic Music Festival e il 14 agosto a Maida (CZ) a Color Fest. Info e prevendite: www.dnaconcerti.com

BIO

Gli I Hate My Village nascono nel 2018 dall’incontro tra Fabio Rondanini alla batteria (Calibro 35, Afterhours) e Adriano Viterbini alla chitarra (Bud Spencer Blues Explosion e molti altri). Accomunati dall’amore per la musica africana (entrambi erano in tour con Bombino e Rokia Traoré) e curiosi di evolverne le sonorità, i due cominciano a provare insieme e ad appuntare le idee per poi registrare con il produttore Marco Fasolo (Jennifer Gentle). In un secondo momento i due coinvolgono Alberto Ferrari (Verdena) alla voce. Nasce così un suono nuovo, unico nel panorama italiano, che prende forma nell’omonimo album d’esordio I Hate My Village (2019, La Tempesta International). Il disco è accolto con entusiasmo dalla stampa e dal pubblico: a dimostrarlo, le numerose ristampe dell’album e il grande successo del lungo tour che li ha portati a calcare palcoscenici di tutta la penisola. Sempre nel 2019 esce I Hate My Bonus Track, Ep con tre canzoni nuove e una versione live del singolo Tony Hawk of Ghana. Nel 2021 la band torna con un nuovo Ep, Gibbone, e un remix di Tony Hawk of Ghana insieme a Cal e Ice.
Il 21 marzo 2024 esce Water Tanks, il singolo che segna il ritorno degli I Hate My Village, e il 18 aprile arriva Artiminime, seconda canzone che anticipa il nuovo album Nevermind The Tempo in uscita il 17 maggio per Locomotiv Records.

About Author