24 Giugno 2024

“Un secondo” è il singolo d’esordio del cantautore ferrarese ENRICO GAL, disponibile dal 19 aprile 2024 su tutte le piattaforme digitali ed in rotazione radio, distribuito e promosso da (R)esisto. Produzione artistica Michele Guberti (Massaga Produzioni), realizzato presso il Natural Headquarter Studio.

Così l’artista emiliano presenta il primo singolo: “Un secondo” è una canzone nata guardandomi allo specchio. Mi stavo interrogando sui segni che il tempo lascia sia fuori che dentro. Sarebbe bello fermare il tempo. Riavvolgere il nastro. Essere migliori anche solo per “un secondo”. Il passato ci rende quello che siamo almeno nell’esperienza si spera. Ma intanto guardandoci allo specchio, non possiamo mentire a noi stessi. Fuori “un solco avanza” nel viso, come dice la canzone, ma anche dentro di noi avanza.

Se “tutto ciò che l’uomo ha imparato dalla storia, è che dalla storia l’uomo non ha imparato niente”… diceva Hegel. Allora cerchiamo nel “qui ed ora” la nostra essenza.

Link ascolto: https://verseone.me/un_secondo

Il tempo non si può comprare, nessuna valuta può farlo, ed allora non sprechiamolo, è una delle cose più preziose che abbiamo. Fermiamo noi il tempo, adesso, nel nostro presente, nella nostra quotidianità per essere migliori.

Cerchiamo noi stessi nel nostro piccolo di migliorarci. Non è un discorso egoistico rivolto al singolo, ma visto che come collettività falliamo, ripartiamo da noi. Ora, in questo istante e cerchiamo di essere migliori almeno, anche solo per “un secondo”.

Abbiamo scelto questo brano – dichiara Enrico Gal – io, Massimiliano Lambertini e Michele Guberti, perché abbiamo pensato, come uscita, ad una canzone il più possibile “immediata”; al tempo stesso che mi rappresentasse. Dopo aver vagliato diverse mie canzoni, abbiamo optato per questa. Mi aspetto che arrivi all’ascolto nella forma sincera come è stata concepita, scritta e lavorata in studio. Mi piace definirla “fruibile e diretta”, mi aspetto che venga apprezzata per questo.
ENRICO GAL, cantautore, nato a Ferrara. Scrivere è da sempre un’esigenza. Trasferire le parole in musica è la forma più sincera che ha per dare armonia alle proprie introspezioni.

About Author