24 Giugno 2024

“My Olde Religion” è tratto dall’ottava uscita acclamata dalla critica di Jeremy Serwer, un artista/produttore di San Francisco. “My Olde Religion” è un omaggio a coloro che praticano forme alternative di spiritualità, in particolare il paganesimo, il satanismo non teistico e altri trincerati nella battaglia contro il nazionalismo cristiano a livello globale. Per essere chiari, la battaglia è per il pluralismo religioso e spirituale. Jeremy ha lavorato con alcuni musicisti Crack, come; Il tastierista di New York Joe McGinty (The Psychedelic Furs, The Ramones, Nada Surf, Drummer; Leor Manelis (Gregory Alan Isakov), il bassista, Jimmy Stofer (The Fray).

“My Olde Religion”, è una traccia che ci pone di fronte ad una metrica generale coinvolgente ben esaltata da una struttura nel complesso energica ben contornata da riff più fluidi, con una sezione di suoni che regalano metriche dinamiche e più incisive, a nostro avviso ben inseriti per tenere vivo e pulsante l’ascolto.

“My Olde Religion” , convince per semplicità e naturalezza con cui viene suonata e proposta, con quella gran dose di suoni grintosi che si alternano a suoni più melodici, e che rendono l’ascolto ancora più originale ed intenso. Questo nuovo singolo conferma come si stia andando sulla strada giusta.

7.0/10

Tracklist:

  1. “My Olde Religion”
https://open.spotify.com/intl-it/track/0RDfGei49dTadZJ39xUvvr?si=f16d7abccb6b4eb6

About Author