24 Giugno 2024

Disponibile in digital download e in streaming “No Ball Games”, il nuovo disco degli Hyndaco, rock band dalle marcate influenze anni ’90. Il lavoro, anticipato dei singoli “Dandelion Dreams” e “Radioaktiv”, è una sintesi drammatica della vita, dove le negazioni ci costringono a immaginare, nel tempo e nel luogo in cui ci troviamo, ciò che non esiste. Sabato 25 novembre dalle ore 21.00 gli Hyndaco presenteranno “No Ball Games” dal vivo al Big Barrè di Cesena (Via Fossalta n° 2621 – Ingresso gratuito con tessera Arci e possibilità di tesserarsi in loco – Info qui).

Streaming
https://open.spotify.com/intl-it/album/6ZhBn86kVE0KuSa5JC91je?si=eJktW0PoRsuNcR7ODhii8A

La consapevolezza di poter essere infelici e l’ineffabilità del suo contrario sono al centro di “No Ball Games”. È difficile comprendere la gioia – se non puntuale – mentre è più semplice crollare in complesse e turbolente dinamiche alimentate da rabbia e desolazione. Questa condizione può spingere all’immaginazione e l’album, caratterizzato da atmosfere tendenzialmente cupe anche se energiche, si lascia ispirare anche da uno scatto fotografico del paesaggio urbano londinese per trovare una sua identità. L’area residenziale periferica della città ha infatti contribuito a concepire un luogo di invenzione, simile a quello reale, ma detentore delle più profonde paure soggettive. Gli strumenti assordanti e distorti sono metafora di una presa di posizione ideologica che non aspira ad essere di tendenza né di innovazione. “No Ball Games” è un’opera conclusa e che tenta di affermare la propria identità artistica. Le sonorità recuperano quelle dalla scena grunge di Seattle degli anni 90 e quella punk inglese, ibridandola con influenze garage, stoner e psych.

HYNDACO

Gli Hyndaco sono caratterizzati da atmosfere cupe, iperattive e distorte. A seguito di un cambio di line-up avvenuto nel 2023, il progetto si rinnova completamente e viene inciso l’album “No ball Games” in uscita a novembre 2023. Il primo EP “Starship Tubbies” contrasta fortemente con il nuovo album; le situazioni mutano e la tetra ed uggiosa città di Cesena – che la band vive malissimo – nonché il desiderio di immaginare un luogo d’invenzione migliore di quello reale, innescano la composizione dei brani di influente matrice 90’s prossimi all’uscita. Hyndaco sono: Francesco Lucchi (chitarra), Giuseppe Gravina (batteria), Francesco Brandolini (basso e voce), Lorenzo Ricci (chitarra).

About Author