28 Maggio 2024

Nick è un veterano del circolo musicale di New York, avendo suonato come parte o come frontman di diverse band, alcune delle quali hanno girato il paese e condiviso palchi con artisti del calibro di Myles Kennedy & the Conspirators e Slash.

Cercare di trovare un gruppo di persone con stili e obiettivi simili può rivelarsi scoraggiante, quindi Nick mette da parte l’idea e inizia a lavorare come artista solista con una porta girevole di musicisti, da qui il soprannome di “The Assistance”. con musicisti come Jordan Dean (chitarra e voce) e Arturo Vega (basso e voce), era chiaro che la porta non si sarebbe aperta ad altri musicisti. Questi sono i ragazzi. E, con la recente, fortuita aggiunta di Bryan Langlotz alla batteria, la band è pronta a conquistare il mondo della musica. O almeno ne fanno una parte significativa.

Gli obiettivi e le intenzioni musicali dei quattro sono strettamente allineati, ogni membro aggiunge un tale significato al progetto tanto da renderlo insostituibile, il nome Counterpart descrive perfettamente i suoi membri.

“Oleander” è il singolo di debutto che parla di una relazione tossica dalla quale è impossibile allontanarsi. Siamo alla ricerca di altri ascoltatori che vogliano unirsi a noi nel viaggio e connettersi con la nostra musica.

I Counterpart, con il loro nuovo singolo “Oleander”, dimostrano di sapersi muovere nel proprio ambiente Alt. Rock , troppo spesso navigato da proposte banali e scontate , mentre in questo caso siamo di fronte ad una proposta, attenta a non trascurare nessun dettaglio per proporre una traccia che vince e convince.

Chitarre energiche che si vanno ad intrecciare ad una sezione di batteria semplice ma efficace ben esaltata ed amalgamata da un linea vocale decisa . “Oleander” è un brano che merita attenzione specie per gli amanti del puro e semplice Alternative Rock

7.0/10

Tracklist:

  1. “Oleander”
https://open.spotify.com/intl-it/track/00WVeDmLD4l3nD3lCd56vV?si=c1b349b0bc6d43ba

About Author