5 Marzo 2024

Nato in Sicilia a Paternò, trasferitosi in Germania con i genitori all’età di un anno, è quando torna a vivere in Italia che all’età 13 anni fonda la sua prima band, “Il Globo”.
Con “Il Globo” si susseguono i concerti dai piccoli ai grandi palchi, partecipando a concorsi e competizioni canore e riscuotendo un buon successo con le canzoni scritte e composte da Roberto: terzo posto al “Nazionale Star Sprint” di Roma, secondi classificati al “Festival dei Nebrodi” a Capo D’orlando, vincitori al “Regionale Star Sprint”.
Tornato a vivere in Germania, ad Amburgo nel 2001 fonda la live band “Italy-Musiker”, cover band composta da musicisti italiani professionisti, con cui ancora oggi allieta serate nei pub, feste pubbliche e private, eventi.
Durante il lockdown del 2020 realizza il proprio studio di registrazione, dove scrive e compone, e produce la sua musica: un susseguirsi di singoli ed Ep in buona parte racchiusi nella nuova uscita discografica ufficiale “Moto e Blues”, pubblicata il 25 novembre 2022 da Areasonica Records.

SGW: Ciao Roberto, presentati ai nostri lettori!
Roberto:
Salve, il mio nome è Roberto Pennisi. Sono un cantautore italiano, sono nato in Sicilia e vivo in Germania. Il mio genere musicale è molto vario, dalla classica musica pop leggera al Blues, e mi piace sempre
provare delle fusioni tra diversi stili musicali.

SGW: Qual è stato il tuo percorso di crescita musicale fino ad oggi?
Roberto:
Sicuramente mi sono evoluto sulle tecniche canore e strumentali, in particolare sulla chitarra che ho ripreso a suonare qualche annetto fa.
E poi una crescita importante c’è stata anche nelle composizione musicali e negli arrangiamenti. Ma la crescita più grande è stata l’esperienza nella produzione musicale.

SGW: “Moto e Blues” è il tuo nuovo Album, parlaci un po’ di questo nuovo
lavoro!
Roberto:
L’album “Moto e Blues” nasce nel periodo del Lock Down con il Brano “The Charm of Our Blue Sphere”. Avevo tanta voglia di scrivere e comporre (cosa che ho anche adesso), ma non volevo fossilizzarmi su un
singolo stile musicale, cosi ho provato un po’ di tutto fino ad arrivare a sonorità con alcuni spunti dal Blues. Ed è così che nasce “Moto e Blues”.

SGW: Quali sono le tematiche dei tuoi testi?
Roberto:
Le tematiche sono varie. Si parla di emozioni, di momenti nostalgici, d’amore, di sesso in un modo molto soave. Si parla anche della voglia di essere liberi. Il brano “Parole che volano altrove” può essere letto anche in chiave umoristica. Quindi l’album ha sia diversi stili musicali sia diverse tematiche testuali.

SGW: Come hai vissuto musicalmente il periodo del Lock Down?
Roberto
: Il periodo del Lock Down l’ho vissuto con molta creazione musicale, con intensi studi a livello strumentale e soprattutto nella mia produzione musicale. Devo dire che è stato anche quel periodo che mi ha dato la spinta di realizzare il mio studio di produzione.

SGW: L’ultima parola a te!
Roberto:
Innanzitutto grazie mille dello spazio. Poi vorrei ringraziare la mia etichetta discografica “Areasonica Records” per il loro impegno e la possibilità che mi danno a far conoscere il mio lavoro e il mio nuovo
album “Moto e Blues”. Grazie anche a Pino Cremone per le incisioni del Sax e grazie a Michele Maniere per i suoi consigli preziosi. E per finire ringrazio tutti i lettori di SoundsGoodWebzine, i miei Fans!
Continuate a sostenermi e a fare crescere le mie Produzioni musicali con i vostri Like, con lo Streaming sui vari portali Digitali o con l’acquisto dell’album. Grazie, grazie, Grazie!

About Author