4 Marzo 2024

Fondati da Gabriele Bellini e Ross Lukather non hanno certo bisogno di particolari presentazioni!
Instancabili musicisti che per la quantità e qualità dei progetti ai quali hanno anche separatamente lavorato come Hyaena, Death SS, Labyrinth, Athena, Ritmenia Zoo, Pulse-R, Shining Fury, oltre a svariati progetti solisti e collaborazioni,

I Toscani Hyaena nascono nel lontano ’85 ma la loro carriera rimane ingloriosamente e inaccettabilmente all’ombra nonostante il grandissimo potenziale espresso. Nel ’87 vengono prepotentemente fuori con l’acciaioso demo-tape ‘Metamorphosis’ che risulta essere uno dei migliori lavori di quel periodo. La release venne considerato dagli addetti ai lavori dell’epoca come uno dei più interessanti della NWOIHM. Per i cultori del metallo italiano il gruppo toscano è sicuramente più conosciuto per gli episodi progressive rock che ha rilasciato negli anni successivi, mentre l’esordio è pregno di HM duro e massiccio di stampo per lo più americano.
La formazione consta inoltre di Mario Candido al microfono e Marco Frau al basso, oltre ai già citatai Gabriele Bellini (chitarra) e Ross Lukather (batteria).
I quattro musicisti in questo Metamorphosis danno proprio l’impressione di essere una band coesa che crede fermamente nella propria proposta. Metamorphosis è foriero di un suono che oggi non esiste più, risulta davvero un peccato che questo manipolo di canzoni goda solamente oggi della giusta vetrina che avrebbe meritato trent’anni fa.

Nel giugno del 2016, con l’ufficializzazione della nuova line up formata oltre ai due fondatori storici Gabriele e Ross , dalla nuova bassista Elisabetta Ferrari e dalla nuova vocalist Claire Briant Nesti e guidati dalla mirabile produzione di Giacomo Jac Salani, entrano in studio per registrare completamente dal vivo i brani dello storico demo, escluso Phenomena (la cover del mitico brano dei Goblin!) inserito come bonus track nel nuovo album “Metamorphosis Revisited” disponibile in digitale da fine luglio 2016 sempre per QuaRock Records e accompagnato da un primo video estratto dalle stesse registrazioni. Nel Gennaio 2023, esce “From The Moon”, album contenente la cover de “L’Isola di Niente” della PFM ed un inedito datato 1992 chiamato “The Ground, The Light, The Sound”

About Author