5 Marzo 2024

Ruiz! è il soprannome misteriosamente evocato dal polistrumentista, cantautore, produttore e cantante DIY di Sheffield Hugh Ruiz Robert. Registrata solo con un laptop, strumenti dal vivo extra e in Lockdown, la nuova raccolta di brani trascende perfettamente il rock’n’roll, l’elettronica, il punk, il pop, la psichedelia e il dark rock degli anni ’60, con ogni genere che si fonde facilmente con Ruiz!’ s assumere la vita nei tempi moderni. Canzoni sulla vita, l’amore e le moderne malattie tra uomini, donne e la vita in questi strani tempi post-Covid.

Descritto come Iberian Psych dal reverendo Jon McClure di Sheffield, One Rule è la settima uscita di Ruiz! su Only Fruit Recordings e ha già ottenuto il supporto di Fresh on the Net di Tom Robinson e BBC Introducing Mix-Tape. Due minuti e 40 di post-punk, pop ed elettronica ispirati agli anni ’80, conditi con Ruiz! marchio psichico, non è proprio un allontanamento dai singoli precedenti, ma è sicuramente più accessibile e divertente.

“E’ una canzone ispirata dal comportamento di Borris durante il lockdown, le feste al Numero 10, le feste, le bugie, ecc, ma anche con il mio sangue catalano e i guai causati dalla mancanza di libertà storicamente e oggi nel mondo, è una via di mezzo dito ai narcisisti, ai leader corrotti e ai governi. Alla fine dei nostri giorni sul pianeta terra, ci restano solo le nostre anime. Se il tuo potesse essere riciclato, varrebbe qualcosa?”

In effetti, questa gioia di vivere, questa energia grezza che Ruiz! harbours è evidente in “One Rule” e in effetti nei suoi singoli precedenti. Queste registrazioni sono sia eleganti che moderne. Scritto durante il picco della pandemia, Ruiz! concentrato sulla sua musica, creando paesaggi sonori fai-da-te in cui la qualità è coerente. Le composizioni sono intelligenti, gli hook sono contagiosi e i ritornelli sono orecchiabili.

7.0/10

Tracklist:

  1. “One Rule”

About Author