13 Giugno 2024

Jaidem, dopo il suo ritorno in scena col singolo invernale SI FA LU, Chip (Run) e dopo la pubblicazione di Voci Ep e Voci NFT uscito nel 2022, propone il secondo singolo del 2024: Frontline, un brano schierato a favore della Palestina e contrario a ogni forma di odio e guerra.
Frontline prende ispirazione da una canzone popolare mediorientale legata all’infanzia dell’artista e spesso associata al popolo palestinese. Il brano in questione si traduce letteralmente in “un uccellino si affacciò dalla finestra”. Frontline racconta di come la guerra e l’odio portano alla distruzione e, simbolicamente, a quante quante ali, colme di ambizione e speranza pronte a spiccare il volo, vengono ridotte in ammassi di sogni frantumati.

Ascolta il brano:
https://open.spotify.com/intl-it/track/1UKNAIcmAJysQL1vBHGzaY?si=ac09fc44c6b54d98

Il riferimento a come le vite vengano distrutte con le uccisioni di parenti, tramite l’esilio forzato, con l’allontanamento dalla propria terra natia e lo smembramento di famiglie in campi profughi sparsi in tutto il mondo è chiaro e palesato dalle rime taglienti di Jaidem.
Lui stesso spiega:” Continuo a sentire notizie orribili, ma la cosa più brutta è quando ci dimentichiamo dei danni collaterali della guerra. Pochi ricordano i milioni di persone che tutt’ora non riescono a rientrare nella propria città natale. Le persone non pensano. Giudicano sedute alla scrivania nella loro saccenza e superiorità. Anche un semplice cambio di marciapiede può essere fatale laggiù. Noi figli degli immigrati di seconda generazione dobbiamo essere uniti e in prima linea di fronte ai riflettori. Nessuno meglio di noi può spiegare cosa proviamo, cosa abbiamo vissuto e tutte le cose che non vi dicono. In questo pezzo io rappresento la mia generazione e mi immedesimo nel loro dolore. Mentre molti parlano dei dati e delle violenze attuali, spesso dimenticano i profughi di guerra, un’umanità dimenticata che conta milioni di persone, incluse le loro discendenze, persone che non possono fare ritorno a casa loro.”
Il rapper e cantante classe ’99 di Firenze originario della Palestina, si ripropone al pubblico al fianco di Trumen Records sotto la direzione artistica di Roberto Jahcool Di Stefano e il management di LookUP! con un singolo toccante e caratterizzato da un’attenzione particolare ai dettagli sonori, che contribuiscono a enfatizzare il messaggio di pace e maturità dell’artista.
Frontline,prodotto da Lupus Mortis con la chitarra di ApeTunes, è un singolo determinato e forte che viene supportato da una ritmica che sottolinea la resilienza degli individui coinvolti nei conflitti bellici e allo stesso tempo riflette il desiderio di Jaidem di trasmettere un messaggio di pace e crescita personale.

About Author