Voidfire – “Ogień Pustki”

Voidfire – “Ogień Pustki”

I Voidfire sono una band proveniente dalla Polonia. Iniziano come progetto strumentale nel 2018 per intenzione di Jakub M. Zdzienicki. Successivamente si uniscono il  batterista Łukasz ‘Icanraz’ Sarnacki (Devilish Impressions, Corruption, Abused Majesty, Christ Agony). Dopo la band decide di proseguire con una line-up classica, inserendo anche il cantante, ovvero Krzysztof ‘Virian’ Sobczak,

“Ogień Pustki” esce quindi in questo 2020 ed è il debutto ufficiale di questa band. Un debutto coi fiocchi, puro black metal che ricorda sia la scena norvegese (Gorgoroth, anche per le similitudini nel cantato), ma anche tutte quelle atmosfere folkeggianti e malinconiche tipiche del black metal sia finlandese che, soprattutto est-europeo. La band quindi ci accompagna attraverso sei canzoni che hanno una durata singola abbastanza elevata. Ciò non inficia assolutamente sul risultato finale, ma anzi permette alla band di esprimere tutto il suo estro e tutte le varianti che entrano in causa in ogni brano, cambiando spesso le rotte dei pezzi in maniera sorprendente. Tutto l’album è davvero ispirato, il riffing è di prim’ordine, con qualche accenno anche alla scuola svedese melodic black/death metal (Naglfar, Dissection). Merito va anche dato alla sezione ritmica e soprattutto all’istancabile batterista Łukasz Sarnacki, un vero picchiatore e dotato di ottime intuizioni quando si tratta di sottolineare le parti più lente e riflessve. Insomma, trova sempre il pattern giusto.

Avrete quindi capito che la band in questione ha realizzato una piccola gemma di classico melodic black metal. Capolavoro del disco a mio avviso? Difficile dirlo, ma un pezzo come “Kwiat Pustki”, con le sue melodie sinistre e il buon mix tra parti cadenzate e ripartenze più veloci si merita un posto di rilievo nelle mie preferenze.

7.5/10

Tracklist:
01. Bladość
02. Światło-Cierń
03. –
04. Kwiat Pustki
05. Sztorm
06. Ogień Pustki

Related Articles

Lascia un commento