24 Luglio 2024

Provare a spiegare l’inspiegabile, ovvero un atto estremo come il suicidio, una canzone “Liberi Respiri”, che come un cielo carico di nuvole pronte a sferzare una pioggia di emozioni, con quel gesto così eclatante, violento e fragile, il cuore e la mente scappano per sempre, raccolti in silenzio, un ultimo respiro che cerca la libertà di un peso, una situazione che non si riesce più a reggere.

Una relazione in “maschera” con il gesto simbolico di accendere un’altra sigaretta per alleggerire la visione di un futuro che non ti rassegni ad accettare.
Rimangono i silenzi non ascoltati, gli sguardi di inutili lacrime.
Rimangono i ricordi.

Proprio sul dialogo dei ricordi, che entra in scena Ray Heffernan, il quale con mia grande gioia, ha voluto partecipare al brano, mostrandosi una persona sensibile all’argomento, oltre che mostrare grandi qualità di autore proponendo una parte di testo presente nel brano, oltre che a partecipare in studio di registrazione con suggerimenti sull’arrangiamento enfatizzando il già ottimo lavoro in produzione di Max Zanotti.

Liberi Respiri ( And The Silence In Between ) è un omaggio a chi non è più tra noi, è una consapevolezza della fragilità umana, ma vuole essere anche un racconto sotto forma di dialogo di chi non c’è più.

“Liberi Respiri”, è una traccia che ci pone di fronte ad una metrica generale coinvolgente ben esaltata da una struttura nel complesso d’atmosfera che offre riff fluidi, con una sezione di suoni che regalano metriche dinamiche e più incisive, a nostro avviso ben inseriti per tenere vivo e pulsante l’ascolto.

“Liberi Respiri” , convince per semplicità e naturalezza con cui viene suonata e proposta, con quella gran dose di suoni morbidi che si alternano a riff più energici, che rendono l’ascolto ancora più originale ed intenso. Questo nuovo singolo conferma come si stia andando sulla strada giusta.

7.0/10

Tracklist:

  1. “Liberi Respiri”
https://open.spotify.com/intl-it/track/0U0mdf9ybxSYx6Bnp6GRKf?si=ed366123f131493b

About Author