24 Luglio 2024

Nanosecondo” è il primo singolo ufficiale di Mariachiara Gianfelice in arte Marea, giovane e talentuosa cantautrice barese classe 1993. La sua musica rispecchia le contraddizioni umane con un sound che richiama la tradizione cantautorale italiana e internazionale, pur subendo il fascino dell’indie-pop e della world music.

Nanosecondo nasce dall’esigenza dell’artista di liberarsi del ruolo della brava bambina. “Non sarà che pensi troppo?” è una delle domande che spesso limita e sminuisce la creatività femminile. Questa canzone rivendica con orgogliosa autoironia il diritto di dire la propria, di sbagliare e di essere se stessǝ, anche a costo di schiantare il cuore sulle vite altrui.

Un cantautorato indie pop fresco e dal piacevole retrogusto jazz, per una canzone che ti entra subito in testa accompagnata da un videoclip semplice, efficace e ben girato.

A parlarcene è la stessa Marea:

L’idea del video è quella di chiamare tutti a raccolta per un invito alla spontaneità. Spesso infatti sono proprio i palcoscenici più “alternativi” a rivelare la nostra profonda e autentica natura: cantare in spiaggia o sotto la doccia può consentire a ciascuno di tirar fuori la propria voce, in uno spazio senza tempo che solo la musica sa legittimare.

Queste invece le parole del regista Enrico Acciani:

Il video di Nanosecondo è istantaneo come il titolo vuole intendere: la regia è diretta, delicata, racconta un mondo semplice, fatto di musica e di solidarietà fra amici che condividono un sogno. La semplicità e la sana ingenuità dello scherzare, unita al resto, sono fattori necessari per raccontare la purezza del mondo di Marea.

Con questo primo singolo/videoclip, Marea entra di diritto in quella rosa di nuove voci femminili pugliesi che annovera al suo interno artiste dall’indiscutibile talento come Erica Mou e Rosita Brucoli.

Buon ascolto e buona visione.

– Ascolta “Nanosecondo” su Spotify https://spoti.fi/3ZwEeqH

BIOGRAFIA ARTISTA

Marea è il progetto di Mariachiara Gianfelice (classe ’93), cantautrice barese che si racconta attraverso il pianoforte, tra testi impegnati e sonorità fiabesche. Pianista classica di formazione umanistica, nel 2022 esordisce sul palco del Pax Festival, per poi partecipare alla Festa dei Popoli, alla rassegna di musica inedita “Piccola Sbronza” e al Bari in Jazz Festival. In un mondo in cui emergere sembra l’unica strada possibile, la scelta di ascoltarsi e di lasciarsi attraversare con folle e poetica curiosità porta Marea a definirsi una cantautrice sommersa. La sua musica rispecchia le contraddizioni umane con un sound che richiama la tradizione cantautorale italiana e internazionale, pur subendo il fascino dell’indie-pop e della world music.

About Author