Lucynine pubblica il video del secondo singolo “Heartectomy”

Lucynine pubblica il video del secondo singolo “Heartectomy”

La one-man band torinese LUCYNINE pubblicherà l’album di debutto “Amor Venenat” il 31 luglio 2020 su Inverse Records.

“ ‘Heartectomy’ parla della delusione, della frustrazione, di quando una certezza crolla e si tira dietro tutto il tuo mondo. Parla di quando il cuore fa talmente male, è talmente lacerato che vorresti fosse estirpato dal petto per sempre. È una canzone scritta di getto, uno sfogo rabbioso che intreccia l’amore e il dolore con il mito di Prometeo che ha rubato il fuoco agli dei e l’ha portato all’uomo e, per questo, è stato condannato ad essere legato ad una roccia con un’aquila che quotidianamente gli squarciava il petto e divorava il suo fegato”, spiega il mastermind Sergio Bertani.

“Il video stesso si basa su di un’ambiguità. Ci sono tre personaggi: il narratore, Potenza e Atto, ovvero, secondo la teoria aristotelica, un’azione che ha i requisiti per essere concretizzata e l’azione stessa che viene compiuta. Ma la vendetta è reale? La rabbia e l’odio sono rivolti a qualcuno o verso sé stessi? E chi è Prometeo, chi il rapace? Il fuoco, l’Amore, dona la vita o la dilania? Di chi è il sangue versato? Meglio vedere o essere ciechi? Non c’è un’unica risposta giusta. Come tutto quanto in questo progetto, anche il videoclip è stato realizzato esclusivamente da me, anche perché studiato e girato in quarantena, completamente nella mia cucina, con quello che avevo in casa, cercando di ottenere il risultato migliore possibile”.

Spotify pre-save link:
https://save-it.cc/imusician/amor-venenat

Di recente LUCYNINE ha pubblicato il primo singolo ‘Nine Eleven’.
https://youtu.be/wfrVLjBgs4g

LUCYNINE, nato nel 2013 come studio project del polistrumentista, cantante e produttore Sergio Bertani, torna oggi, dopo sette anni di silenzio, con l’oscuro “Amor Venenat”. Il concept album di tredici tracce per 67 minuti di durata sviscera i lati più oscuri e negativi della sfera sentimentale. Un viaggio tra amore, lussuria, sofferenza, rabbia e morte; una fiaba per cui non c’è lieto fine. Le sonorità, molto più complesse e mature rispetto all’ EP di esordio “Chronicles From Leri”, spaziano dal black metal al crust, passando per il punk, il post-hardcore e la dark wave anni Ottanta, non disdegnando rallentamenti doom e sludge e lasciando più volte spiazzato l’ascoltatore. La musica è affiancata dai preziosi interventi di quattro celebri attori e doppiatori: Grazia Migneco, Gianna Coletti, Claudia Lawrence (terza classificata nell’ultima edizione di Italia’s Got Talent) e Dario Penne (voce italiana di Anthony Hopkins, Michael Caine e molti altri).

“È un disco composto di molti strati, ricco di dettagli e sfumature ed è frutto di un percorso personale e artistico piuttosto importante che mi ha impegnato per anni. Credo di aver messo tantissimo di me dentro questi brani, mi sono messo a nudo ed è questa la mia soddisfazione maggiore: il risultato è vero, sincero, reale, crudo”, racconta Sergio Bertani.

Qui il link per il pre-ordine del disco in digipack e digitale: https://bit.ly/2XqOIZj

Related Articles

Lascia un commento