28 Febbraio 2024

Disponibile nelle piattaforme digitali e in radio per Filibusta Records La Tempête, nuovo singolo di DOS Duo Onirico Sonoro, progetto di “pop cameristico” della compositrice e pianista di Latina Annalisa De Feo. Il brano è una vera e propria poesia in lingua francese caratterizzato dall’incidere di un pianoforte accompagnato da sperimentazioni elettroniche oniriche che fotografano il fenomeno della tempesta: sconvolgente, di forte impatto e che determina cambiamento. La Tempête apre con una tensione che va verso un ritmo incalzante ma silente, è un gioco  di alternanza tra quiete e tempesta tra movimento e stasi; una duplicità con la quale l’essere umano  è  inevitabilmente portato a dover fare i conti, rispecchiandosi nel macrocosmo della Natura. È affascinante notare l’esistenza di una forte somiglianza tra le fasi di insorgenza di un temporale e quelle di una forte emozione, come potrebbe essere la rabbia o qualcosa che crea turbamento.

“È affascinante notare l’esistenza di una forte somiglianza tra le fasi di insorgenza di un temporale e quelle di una forte emozione, come potrebbe essere la rabbia o qualcosa che crea turbamento. E così come dopo un temporale l’ambiente è più bello: i colori sono più vivi, l’aria è più fresca e i profumi più intensi, così la gestione adeguata di una forte emozione potrebbe essere il giusto modo per trarre forza dalla nostra Tempesta” – Annalisa De Feo (DOS).

ASCOLTA IL BRANO

COS’È È DOS?

“Mi sento una visionaria; forse la mia terra, ai piedi della Maga Circe e le mie origini più profonde, che mi vedono in parte francese, in parte napoletana e siciliana, ci hanno messo lo zampino. È attraverso la musica che assolvo alla mia spudorata esigenza di immaginazione, per cui il nome del progetto, D O S Duo Onirico Sonoro, non poteva essere più emblematico.”.

DOS Duo Onirico Sonoro è il progetto originale di Annalisa De Feo, pianista, cantante, compositrice. DOS si muove tra suoni acustici, elettronici e loop di voci dichiarando apertamente la sua propensione verso un linguaggio trasversale che investe universi artistici diversi. Da certo pop cameristico radicato nella musica classica contaminato da sonorità  jazz, balcaniche e contemporanee con un atteggiamento chiaramente sperimentale, Annalisa De Feo fonde continuamente input sonori e suggestioni intime, giocando, tra nonsense, grammelot e lingue nordeuropee.
Un flusso sonoro che  mescola, interiorizza, ammorbidisce, riempie, dissolve, attraversa i diversi stati d’animo, cambiando forma, in un viaggio immersivo che  si “manifesta”  man mano che i brani si svelano nel corso del live.
DOS sul palco è Annalisa De Feo al pianoforte (voce, sintetizzatori e elettronica) con Livia De Romanis (violoncello, voce, sintetizzatori).

DOS muove i primi passi tra Roma e Berlino, città, quest’ultima, in cui l’artista risiede dal 2011 al 2014 e dove sperimenta nuove sonorità e collaborazioni.
Nuovamente in  Italia dal 2015, vanta numerosi concerti in Italia e all’estero (Germania, Danimarca, Slovenia) con la partecipazione a festival e club, alcuni di questi tra i più significativi della scena musicale (Auditorium Parco della Musica, Alexander Platz Jazz Club, Lucca Jazz Festival, Berlin Art Carrè… e molti altri.)
Due i dischi all’attivo: l’omonimo disco DOS Duo Onirico Sonoro (2016) autoprodotto e “Jouer et Danser” (2018) per l’etichetta discografica Filibusta Records, nominato tra i migliori dischi italiani del 2018 per la classifica su Roma Suona di Gianluca Polverari.
Dopo numerose recensioni (SentireAscoltare, OndaRock, Suono, Rockerilla,  Rockit, Rockon, Musicalnews e altri) interviste radiofoniche e televisive (Battiti RadioRai3, Tv 2000, NSL TV, Radio Kaos, Radio Elettrica, Radio Luna, Radio Godot, Empoli radio ed altre… ) svariati anche i premi ricevuti in questi anni tra cui la semifinale all’Arezzo Wave contest nel 2017, il premio della giuria del pubblico al XIV Festival Pontino del Cortometraggio con il videoclip “ Jouer et Danser” per la regia di Renato Chiocca, presentato anche al Festival europeo “Video Migration – Care Courts” in Francia nella città di Bordeaux, il premio della critica al Festival CARE di Barcellona.
Il singolo uscito ad Aprile 2022 Ondeter Waltz in collaborazione con la ballerina e art performer argentina Marcela Szurkalo rappresenta un ponte fra quello che c’è stato e quello che verrà dopo il periodo di fermo forzato, nella musica del DOS.
Ad Agosto 2022 l’ingresso nel campo cinematografico, incidendo e creando interamente la colonna sonora del docufilm del regista  Gianfranco Pannone “Le terre dei Caetani” .
Il futuro album, di prossima uscita (autunno 2023 per Filibusta Records) sarà il  frutto di un ulteriore processo di introspezione che ha portato l’artista a riscoprire il suo amore originario per la musica da camera, avvalendosi del percorso di  ricerca e sperimentazione portato avanti fin qui, e oltre; in un immaginario che esplora ora nuove visioni e mondi paralleli.

About Author