4 Marzo 2024

“In The Heart Of The City” è il nuovo atteso EP dei Flying Disk, trio heavy rock piemontese composto da Simone Calvo (chitarra e voce), Francesco Martinat (basso) ed Enrico Reineri (batteria), attivo dal lontano
2010 e con due album all’attivo, “Circling Further Down” del 2014 e “Urgency” del 2018.
La terza fatica discografica della band di Fossano (provincia di Cuneo) esce ufficialmente il 28 ottobre per quattro etichette indipendenti a livello internazionale: la francese Araki Records, la statunitense Foribidden
Place Rec, la svizzera Urgence Disk e l’italianissima Karma Conspiracy, su vinile ma ovviamente anche in streaming e in digital download sulle principali piattaforme di smistamento musicale.
Anticipato dai singoli “Connections” e “Wasted”, “In The Heart of The City” è stato registrato nello studio della band dal bassista Francesco Martinat. Il disco è frutto di anni di ricerca sia per quanto riguarda il
suono che la scrittura, e cerca di scrollarsi di dosso qualsiasi etichetta legata al genere per provare a raggiungere un suono più originale possibile. Il mastering di questo lavoro è a cura di Jonathan Nuñez dei mitici Torche, direttamente dal quartier generale del Sound Artillery Studio di Miami, in Florida (USA).
Il risultato sono 4 tracce di heavy rock con influenze stoner, punk, emo e alternative, cantate rigorosamente in inglese come nella migliore tradizione della band. A parlarcene sono gli stessi ragazzi:
“In The Heart Of The City” è il riassunto di quello che viviamo ogni giorno nel bene e nel male. Questo ep, composto da 4 pezzi, è la colonna sonora di serate passate in giro fino all’alba con tanti pensieri e senza un
soldo in tasca. È la storia di chi non va in ferie e rimane a girovagare per la propria Città, lavorando ad un futuro migliore, di un’ adolescenza passata in una provincia che non ti rispecchia e spesso non ti offre
possibilità e dove l’unica fonte di speranza è la musica, quella fatta da amici che, ridendo e scherzando,ancora sperano di andare oltre a quei palazzi.
Se in questi anni i Flying Disk hanno avuto l’onore di condividere il palco con band e artisti del calibro di Agnostic Front, Big Business, Nick Oliveri, Ronin, Zu, Mombu, Uzeda e Acid Mother Temple, un motivo ci
sarà. Allacciate le cinture, e buon ascolto

BIOGRAFIA BAND
I Flying Disk nascono nel 2010 a Fossano, in Provincia di Cuneo, da un’idea di Simone Calvo, Mattia Fenoglio e Luca Mauro. Poco più che diciottenni e appassionati di punk e hardcore i tre ragazzi trovano forte
ispirazione nella scena locale della Canalese Noise, composta da band come Dead Elephant, Cani Sciorrì, Ruggine e tanti altri. Tra il 2012 e il 2014 registrano un demo e il loro primo disco “Circling Further Down”
prodotto da Francesco “Frankie” Groppo e co-prodotto da più etichette, tra cui: Vollmer Industries, TADCA Records, Canalese Noise Records, Taxi Driver Records, Rude Records, Dreamingorilla Records e Scatti
Vorticosi Records. Grazie a questi lavori, nel 2015 riescono a suonare in più di 60 concerti in tutta Italia.
Nel 2018, dopo un cambio di formazione che vede entrare Enrico Reineri alla batteria, la band pubblica “Urgency” in Cd e Vinile. Questo disco, che segna una svolta per la band che raggiunge un suono più definito e personale, viene pubblicato da: Foribidden Place (USA), Urgence Disk (Svizzera), Day Off Rec (Francia), Brigante Rec, Edison Box, Scatti Vorticosi, Mother Ship, Longrail, Frammenti Di un Cuore Esploso, Santa Valvola. L’artwork è curato dall’illustratore “Solo Macello”, figura di riferimento dell’ambiente heavy.L’uscita del disco è stata seguita da un tour in Italia ed in Europa. Alla fine del 2022 esce l’ep “In The Heart of The City”, registrato nel loro studio da Francesco Martinat che da due anni ormai ha preso il posto di Luca come bassista. Il disco è frutto di anni di ricerca sia per quanto riguarda il suono, sia per la scrittura e
cerca di scrollarsi di dosso qualsiasi etichetta legata al genere per provare a raggiungere un suono più originale possibile. Il mastering di questo lavoro è a cura di Jonathan Nuñez (Torche), del sound artillery
studio di Miami, Florida (USA).
Nel tempo i F.D. hanno avuto l’onore di condividere il Palco/Festival con: Agnostic Front, Elder, Big Business, Nick Oliveri, Zu, Uzeda, Acid Mother Temple, Mos Generator, Cripple Batards, Hawks, OvO, Zeus!, Ornaments, Lili Refrain, Ronin, Hierophant, Mombu, Movie Star Junkies, Questions, Marnero, Storm{O}, Riviera, Hobos, Cani Sciorrì, Dogs For Breakfast, Ruggine, Filthy Charity, Stoner Kebab, Octopuss, Füsch,
Pord, Cardosanto, Cgb, Bad Bones, Levante, Bianco, Cosmo e molti altri…“Heavy rock dal 2010, partendo dal noise rock passando per lo stoner con il cuore devoto ai primi ‘00, da una provincia nel nulla parlando della propria realtà”

About Author