I Grace N Kaos e “La dedica del dj”

I Grace N Kaos e “La dedica del dj”

I Grace N Kaos sono una formazione veneta che negli ultimi mesi ha fatto molto parlare di sé. Vincitori del Premio Voci per la Liberta di Amnesty International con il singolo “Nero”, artisti sul palco del Concertone del Primo Maggio a Roma nel 2019, in roster Maninalto!. Li abbiamo incontrati in occasione dell’uscita del nuovo video “La dedica del dj”, già disponibile su YouTube. Ecco cosa ci hanno raccontato.

SGW: Ciao ragazzi. “La dedica del DJ” è il vostro nuovo singolo. Partiamo da qui. Raccontateci tutto di questa canzone.

Grace N Kaos: Allora: in principio, l’embrione della canzone non era sviluppata per essere portata in sala prove e condivisi con i Grace, ma era una traccia House, strumentale, 127 bpm, cassa in 4 e via andare. Nasceva con questo Moog a riprodurre bassoni stile Kalkbrenner, con degli ambienti alla Caribou.Una sera Stefano (il chitarrista) è capitato da me (Cristiano – Synth), ha sentito il pezzo ed ha iniziato a disegnarci sopra un paio di movimenti Funky alla Nile Rodgers (uso tutti paragoni umili!), ed entrambi abbiamo iniziato a muovere la testa. Quindi ci siamo accorti che la cosa aveva un bel tiro. Da lì è stato uno strutturare il brano un po’ alla volta, sostituendo alcune parti elettroniche con gli strumenti della band. Parallelamente nasceva la necessità di avere una linea melodica su cui metterci le parole… e devo dire che questa radicale conversone è avvenuta in maniera molto spontanea. Molto ispirata.

SGW: Nel video ufficiale un anonimo uomo delle pulizie si trasforma in un solitario Tony Manero scatenato in una pista da ballo completamente vuota. Immagini che raccontano perfettamente il significato del brano. Chi ha avuto questa idea?

Grace N Kaos: L’omino delle pulizie, nella vita reale Siro Baldin, è il protagonista della pista da ballo. E’ il re della discoteca. E’ una pista vuota che esiste solo nella sua testa perché solo nella sua testa riesce a trovarla e a realizzarsi come vorrebbe. La canzone spiega le difficoltà che abbiamo un po’ tutti nel lasciarsi andare, nel perdere certi freni inibitori che ci bloccano. Vorremmo essere qualcosa che non riusciamo ad essere. L’idea del video è stata elaborata assieme al regista Mike che ha voluto inserire la figura di un Dj. Nel video infatti c’è ANNA CAKE che è una bravissima Dj! (CIAO ANNA!), proprio a simboleggiare la meta raggiunta dal ballerino che è riuscito a catturare l’attenzione di colui che in quel contesto è il fulcro della discoteca. Se ti ha notato il DEEJAY vuol dire che tutta la pista ti ha notato. Ringraziamo tanto Siro, che è realmente un ballerino ed insegnante di ballo da sala: la coreografia è nata sul posto, non aveva uno studio preparatorio… e forse anche per questo il risultato ci ha convinto da subito.

SGW: Forse è un caso, ma il tema del ballo, della discoteca, della solitudine in pista sembra sposarsi perfettamente con il momento storico che stiamo vivendo. Ci avete pensato?

Grace N Kaos: Questa domanda ci è stata fatta anche in occasione di un’intervista precedente, dove una tua collega ci fece la stessa domanda in coincidenza con l’uscita de “L’ESIGENZA DI MUOVERSI”. E se ti rispondessimo di “SI, CI ABBIAMO PENSATO” io credo che saremmo dei paraculi! Ah ah ah ah! Anche e soprattutto perché i nostri prossimi singoli s’intitoleranno “RISORGI ARABA FENICE” e “GETTA LA MASCHERA”! Ah Ah! Scherzi a parte: non ci abbiamo pensato, è la seconda fortunata coincidenza per noi. Singolo e video sono stati prodotti infatti nel 2019 prima di questa pandemia.

SGW: Torniamo a voi. Il vostro nome ha iniziato prepotentemente a girare con la vittoria del Premio Voci per la Libertà di Amnesty e prima ancora con la partecipazione al Concerto del Primo Maggio nel 2019. Cosa vi hanno lasciato queste importanti esperienze?

Grace N Kaos: Ci hanno lasciato un segno positivo. Voci per la Libertà è un concorso musicale ambito a cui abbiamo provato varie volte ad accedere in passato senza successo. Nel 2019 ci è andata bene ma al di là della vittoria al concorso abbiamo visto la parte umana delle persone e dei volontari di Amnesty. Abbiamo visto le forza che alcune persone mettono al servizio di altri ed è raro e notevole.

Per quanto riguarda il Primo Maggio a Roma invece l’emozione di salire su un palco così grande davanti a migliaia di persone ti ha ripagato dei tanti sacrifici protratti negli anni. E’ stata un’esperienza per noi unica ed un’occasione per vivere il backstage di un evento così grande e strutturato vicino a grandi artisti italiani. Siamo arrivati al Primo Maggio Romano grazie a FAI CISL che ha sentito la canzone ‘Nero’ e ci ha chiamato a partecipare all’evento. ‘Nero’ infatti affronta il tema del lavoro nero e dei diritti umani. Questo brano ci ha dato molto.

SGW: Immaginiamo che “La dedica del DJ” non sia un singolo fine a se stesso. Dobbiamo aspettarci un disco completo?

Grace N Kaos: Oggi stiamo lavorando per il nuovo Spettacolo live ed il Nuovo Disco. Stiamo facendo uscire un singolo nuovo ogni due mesi per le esigenze di questo mercato attuale, molto frettoloso dove bisogna tenere sempre attivo il pubblico con novità. Alla fine del percorso verrà poi raggruppato in un Album che sarà anche lo specchio del live. A fine 2018 abbiamo pubblicato l’album ‘Bambino’ incentrato sul tema dei rapporti umani nell’era moderna ed è stato rappresentato con lo spettacolo #HUMANCIRCUS. Spettacolo molto complesso ed articolato che coinvolgeva un totale di 15 persone tra Musicisti, Teatranti, Ballerine, tecnici audio, luci e visuals necessari a far arrivare il messaggio al pubblico. Aveva inoltre bisogno di luoghi dedicati come teatri e grandi piazze con tempi biblici di preparazione del palco. Ha avuto molto successo e per questo motivo lo manteniamo nel nostro repertorio. Il nuovo disco invece avrà come fulcro il ‘movimento’. Saranno quindi canzone meno riflessive e dirette che ci permetterà di affiancare a #HUMANCIRCUS uno show molto snello, sanguigno, diretto appunto. Lo Show è per noi la priorità, oggi più di un disco stampato, per arrivare alle persone e lasciare loro un’emozione positiva. Sarà qualcosa di nuovo ed innovativo ma dovrete aspettare ancora un po’ per vederlo.

Grazie davvero per lo spazio che ci avete concesso, per darci la possibilità di spiegarci e far conoscere il nostro percorso e rotta.

REDAZIONE

Related Articles

Lascia un commento