16 Luglio 2024

L’Entropia nelle Parole è il terzo singolo di Gianni Salamone, tratto dall’album La Mia Verticalità, un Concept-Album di dodici tracce, il secondo da solista dell’artista fiorentino. Un’ora e un minuto di contaminazioni musicali con testi che rimandano ad atmosfere senza tempo al di là di mode e generi. 12 brani dove spesso le parole si fanno da parte per dare ampio spazio alla musica.

L’entropia nelle parole vuole essere una sorta di messaggio per tutti i distratti, per tutti quelli che senza neanche rendersene conto fanno e si fanno del male semplicemente sbagliando il loro modo di comunicare. Il brano rappresenta una sorta di scanzonato e leggero vademecum per approcciarsi con leggerezza agli inevitabili ostacoli in un rapporto di coppia, ma lo si può estendere tranquillamente anche ai rapporti interpersonali perché a volte, ci si può salvare da un mare in tempesta anche con un pattino, purché si remi in due e nella stessa direzione.

Salamone: Nella termodinamica e nella meccanica quantistica c’è una parola che serve, diciamo così, per misurare il grado di disordine di un sistema. Questa parola è entropia. Nella teoria dell’informazione questa parola, entropia, significa quanto è d’impedimento alla chiarezza e all’univocità di un messaggio. Quindi, maggiore è l’entropia, minore sarà la quantità e la qualità di informazione. In pratica più c’è entropia e più c’è confusione. Ma cosa succede quando l’entropia, questa confusione, entra in un rapporto di coppia? Quante volte aggiungiamo parole in più, parole inutili nei nostri discorsi, anche solo per aver ragione? Quante volte ci perdiamo semplicemente perché non ci siamo capiti? E quante volte siamo proprio noi a crearla, questa entropia?

Sinossi videoclip

Tom, un viaggiatore interstellare precipita su una spiaggia deserta del nostro pianeta. Dopo un primo momento di smarrimento, si costruisce una capanna con i resti della navicella. Cercando ancora, trova sepolto nella sabbia il libro di bordo con le istruzioni per mettere insieme un bracciale attraverso il quale poter comunicare con la nave madre. Dopo una serie di tentativi falliti riesce ad avere un primo contatto con la sacerdotessa e le sue ancelle ed infine con il guru del suo pianeta che lo esortano a tornare. E poi… Questo videoclip vuole essere un dichiarato e personalissimo omaggio al film Cloud Atlas delle sorelle Wachowski ed in particolar modo ad uno dei personaggi interpretati da Tom Hanks, Zachry Bailey, dal quale siamo stati ispirati per i tatuaggi che ha sul volto e da un altro Tom, quello dell’immensa Space Oddity di David Bowie…“Ground control to Major Tom…”

About Author