27 Febbraio 2024

“V.O.R. part 1” è il primo capitolo di Gabriele Bellini contenente una prima selezione di brani estratti dal suo ultimo album solista “Rebellion Party”, per l’occasione, tutti riarrangiati e cantati da ben 7 cantanti diversi.

Un progetto maturo di un musicista che sa il fatto suo in ternini di idee e tecnica, dentro il quale troviamo 3 chicche, come una brevissima versione di uno strumentale, come una nuovissima versione di un brano estrapolato dal suo primo lavoro solista “P.A.S.E.” e come non poteva certo mancare, anche l’unico brano inedito.

L’approccio di Ganriele all’Alternative Rock, è abbastanza semplice tutto sommato: su tessuti medio-lunghi di durata dei brani ( otto per la precisione), in cui si accostano riffing ruvidi su una voce dalle intenzioni aggressive. La sezione ritmica è minimale e dritta al punto, e si distingue per una batteria quasi sempre iper veloce che funge da traino agli intenti molto rock.

Ci sono vere e proprie rasoiate, come l’energica open track posta in apertura, “Freely”, o la leggermente più varia “Omnibus”, ma ogni brano è una dichiarazione di guerra senza compromessi, per un artista che viene premiato per la scelta di unire le proprie esperienze per dare vita ad un progetto che non lascia respiro.

Pur senza mettere in campo sorprese importanti, Gabriele Bellini sembrano viaggiare su due binari paralleli: da un lato quello del classico rock che già dal primo ascolto si presenta originale ed interessante, dall’altro non manca qualche ammiccamento a quel tipo di avanguardia che negli anni hanno portato avanti band del genere proposto dalla band e che si trovano sul versante Hard Rock.

Questo aspetto potrebbe fare da base per le prossime mosse , e per eventuali sviluppi futuri, ma in ogni caso tutti gli ascoltatori del vecchio rock possono tranquillamente avvicinarsi a questo “V.O.R. part 1”, perchè è un disco di valore, che si lascia ascoltare e riascoltare e riascoltare ancora.

About Author