4 Marzo 2024

Darkhold é una nuova realtà musicale heavy thrash che nasce dai percorsi diversi intrapresi dai suoi membri (ex componenti di methedras, nefastis, self disgrace e syndrome), le cui capacità e attitudini personali si sono amalgamate insieme nel comune progetto the preachers, unico tributo europeo ai thrasher americani testament; nasce da subito l’esigenza e l’urgenza di esprimere la propria creatività e i propri gusti in un progetto originale, in cui la libertà compositiva è la parola d’ordine: 9 brani carichi di intensità ritmica, sferzate thrash anni ‘80 e ‘90, heavy metal classico, groove moderno e linee vocali melodiche ma graffianti.
Rimettete i vostri peccati al darkhold

SGW: Salve ragazzi, presentatevi ai nostri lettori !
Darkhold:
Ciao a tutti! I Darkhold sono formati da Claudio Facheris, voce, Giuseppe Celeste al basso, Jacopo Casadio alla batteria , Eros Mozzi alla chitarra solista e Giovanni Casagrande alla chitarra ritmica.

SGW: Qual’è stato il vostro percorso di crescita musicale fino ad oggi ?
Darkhold:
Il percorso musicale della band arriva da molto lontano, infatti, nonostante si tratta di un album di debutto , abbiamo tutti alle spalle anni e anni di militanza nella scena underground metal , Claudio ed Eros facevano parte dei Methedras e con loro hanno fatto parecchi dischi e concerti anche importanti, Giovanni e Beppe per un periodo hanno suonato nei Syndrome negli anni 90 , Beppe ha poi proseguito con i Self Disgrace e altre band, Jacopo, oltre ad aver militato nei Nefastis è stato batterista di innumerevoli band originali e tributo , quindi diciamo che non siamo musicisti di primo pelo.
Nel 2015 Claudio ed Eros ci hanno contattato per formare i The Preachers , l’unica Tribute Band europea dei Thrashers americani Testament. Fin dalle prime prove ci siamo trovati molto bene sia dal punto di vista personale che musicale. Da lì abbiamo pensato che fosse anche bello e stimolante produrre musica propria , quindi ci siamo “sdoppiati” creando i Darkhold

SGW: “Tales From Hell” è il vostro debutto , parlateci un pò di questo nuovo lavoro !
Darkhold:
L’album è nato nel tempo , tra una live dei The Preachers e l’altro, ma è stato finalizzato post pandemia, al contrario di molte altre band che hanno utilizzato il look down per comporre noi per problemi logistici , (abitiamo in province diverse ) e per altri motivi personali abbiamo preferito fare un momento di pausa . Appena possibile ci siamo ritrovati e ci siamo concentrati a pieno nella creazione del disco, finalizzando i pezzi , progettando la parte grafica, ricercando un etichetta che ci avrebbe seguito, uno studio di registrazione e tutto quello che ne consegue.
A fine Novembre del 2022 siamo entrati in studio presso i Factory studios di Nicola Pedrali in provincia di Brescia , una scelta azzeccata, in quanto si tratta di un team di ragazzi giovani e ma molto preparati, ci siamo trovati molto bene sia dal punto di vista personale che dal punto di vista professionale , hanno compreso a pieno le nostre esigenze sul tipo di produzione e sul tipo di sonorità , il risultato,infatti, è letteralmente una bomba nucleare!
Successivamente abbiamo firmato con la Ghost Label Records che ci sta supportando dal punto di vista promozionale.

SGW: Quali sono le tematiche dei testi?
Darkhold:
Le nove canzoni dell’ album , pur non essendo un concept album, hanno tutte un fattore comune, parlano di Fiabe o personaggi del mondo dei fumetti, potrete ritrovare per esempio Cappuccetto rosso, Peter Pan, Alice nel paese delle meraviglie, Tarzan, la Bella e la Bestia e cosi via. Ma attenzione, solitamente le fiabe hanno un lieto fine , nel nostro caso i personaggi nel corso delle storie prendono decisioni diverse , che provocano effetti diversi e quindi delle morali differenti.

SGW: Ci sono tante bands Thrash Metal , secondo voi qual’è il vostro dettaglio in più che vi distingue dalla massa ?
Darkhold:
Ci sono tantissime band che fanno il nostro genere è vero, però come potrete ascoltare nel disco , le nostre canzoni sono molto varie , ognuna di loro ha una struttura differente , velocità diverse ed approccio diverso, potrete trovare dei richiami al metal classico, al thrash metal anni ‘80 e ‘90 e anche a qualcosa di più groovoso del metal moderno, insomma, in questo “primogenito” abbiamo messo tutto ciò che ci piace e che fa parte del nostro background musicale, rendendo i pezzi , a nostro parere , freschi, godibili, e assolutamente originali..

SGW: Come è nata invece l’idea della cover ?
Darkhold:
La cover è stata ideata ispirandosi proprio ai nove racconti dei pezzi, raffigura il pifferaio magico , che tradendo i cittadini della città che aveva aiutato a liberarsi dai topi, fa uscire dall’inferno i personaggi che , prendendo decisioni diverse, hanno commesso peccato finendo all’inferno. La copertina è stata disegnata dal tatuatore Andrea Rota di Anatomik Tattoo Studio e colorata digitalmente da Maurizio Picci di Sabnock Design.

SGW: Siete soddisfatti? Oppure avreste voluto cambiare qualcosa ?
Darkhold:
Siamo veramente soddisfatti del risultato finale, poi che dire, qualsiasi musicista troverebbe sempre quel minimo dettaglio che con il senno di poi si sarebbe potuto fare diversamente, ma sono considerazioni più che naturali e ci stanno.

SGW: L’ultima parola a voi !
Darkhold:
Innanzitutto grazie a tutta la redazione di Soundsgood Magazine per lo spazio e l’attenzione che ci avete riservato ,siamo molto contenti di questo.
Vi invitiamo a seguirci sui Social alle nostre pagine di Facebook ed Instagram per rimanere aggiornati sulle prossime date live e su tutte novità che ci riguardano.
Potete ascoltare l’album su tutte le piattaforme digitali e potrete contattarci anche per acquistare il nostro cd Digipack completo di Booklet con illustrazioni e testi
Un saluto da parte di tutta la band ! …Repent your Sins to the Darkhold!

About Author