13 Giugno 2024

“Vorremmo essere dei cantastorie coi vent’anni di chi ne ha quaranta”. Crediamo che le storie aiutino a creare un sano cortocircuito alla nostra abitudinarietà, dimenticandoci dell’abbonamento che rinnoviamo quotidianamente alla nostra ansia preferita. Riuscire a fare questo anche solo per un attimo pensiamo essere cosa giusta e necessaria. Ecco perché abbiamo voluto inserire i racconti di molti personaggi nella nostra musica: da Atlante costretto a sorreggere il peso del mondo ad Ammut, che mangerà il tuo cuore se non hai vissuto in modo semplice. Ci abbiamo messo anche i Terrapiattisti, i rettiliani, gli evocatori di demoni oscuri, un bambino che, salvando un leone dallo zoo, ha causato un Terremoto, un vecchio felice di essere vecchio ed un paio di amici che si rincontrano dopo tanto tempo, stupiti di essere diventati “normali” quando da ragazzi si atteggiavano da teppistelli Maneski e bellicosi.

Così la band emiliana presenta il nuovo lavoro dal titolo “Tutta questa calma..” pubblicato per (R)esusto. Quello che ne esce fuori è un gradevole e coinvolgente alternative rock, che senza mezze misure ti entra in testa come un treno in corsa. Durante l’ascolto si possono apprezzare, suoni corposi e intensi, ben sostenuti da una linea vocale che ne esalta le potenzialità e allo stesso tempo le qualità della band.

L’andamento del disco risulta vario e originale, con aperture di suono che si dimostrano una bella variante riuscendo a generare uno spiraglio di luce in questa atmosfera quasi cupa, ma per niente brutta.

Una base comune, l’alternative rock ma con chiare influenze grunge, e anche power, che sono le differenze percepibili dentro questo lavoro. Una sinergia comprovata in più di una circostanza per mezzo di brani dove le chitarre graffiano l’atmosfera e conferiscono una bella dinamica a tutto il percorso, riuscendo così a non cadere nello scontato e banale.

“Tutta questa calma…”, è un debutto da ascoltare con il massimo rispetto e la massima attenzione.

About Author