26 Maggio 2024

Dopo il suo album di debutto, “Evidence”, il secondo di Lyons, “The Human Factor”, rappresenta la crescita, dal punto di vista lirico e musicale. Dal suono jazzistico di ‘Lady Luck’, allo splendore cinematografico di ‘Quiet in the Morning’, in cui brilla il talento del produttore irlandese David Duffy nel combinare in modo coerente molti elementi musicali, alle sobrie registrazioni dal vivo di canzoni come ‘One to One’ e ‘Dawn’, questo album è un viaggio spirituale dalla prima alla dodicesima canzone.

Lyons dice: “Gli esseri umani desiderano e lottano per la connessione. Questa connessione si presenta in due forme primarie, con la natura e con gli esseri umani. In entrambi i casi, la connessione può essere chiamata amore, nella sua forma più intensa, un travolgente senso di unione. Questo album è un documento della mia ricerca di ciò, e il riconoscimento che anche solo poter cercare è una benedizione”.

La registrazione è stata finanziata da una campagna Kickstarter condotta da Lione nel 2021. Offrendo come premi come un libro di testi scritti a mano e un risotto alle ortiche fatto in casa, l’obiettivo è stato raggiunto. ”Entrare nello studio, sapendo che il tempo lì era possibile grazie alla generosità delle persone che hanno sostenuto il progetto, ha aggiunto peso all’esperienza. Sentivo una responsabilità maggiore rispetto al primo album e mi sono impegnato a onorare l’investimento realizzando il miglior disco possibile”.

In “Mystery”, Lyons registra e canta per la bellezza del quotidiano: sta facendo origami con vecchi biglietti T-10 / Quest’uomo sulla metropolitana con i capelli grigi e i vestiti macchiati / Uno è un serpente, uno è un cigno, uno è un piccolo casa / Sta dando vita a ciò che è stato consumato e buttato via

“Clay”, l’ultima canzone dell’album, e molto diversa da qualsiasi altra cosa contenuta, è forse la canzone più arrabbiata dell’album. È un’intensa osservazione lirica simile a un rap di alcune delle schifezze della società che arriva come un pugno in faccia ed è inclusa per ricordarci che possiamo sempre fare meglio. E termina con le righe:

È mercoledì 18 aprile 2018
Avrei dovuto fare soldi giocando per strada
Ma invece ho scritto questa canzone e sono grato per le battute
Sono tornato a casa adesso, cari amici, grazie per il vostro tempo

“One to One”, è un brano ben suonato, le cui sonorità melodiche , prendono ulteriore forma e vengono impreziositi da una sezione strumentale minima, ma ben studiata per amplificare e rendere profonda l’atmosfera.

Un fluido impatto sonoro con innesti ridondanti che collocano questo singolo tra le proposte più varie ed originali. Oltre quattro minuti spensierati, trascinanti, che regalano un impatto lineare ed intenso, grazie anche alla voce che esalta il sound generale.

Il risultato finale dimostra come Davy Lyons, sia ben preparata a creare strutture dinamiche, dove momenti pop lasciano spazio a riff più ricercati, ma che lasciano senza dubbio un’ottima impronta. Un brano fluido con un trend dinamico e sfumature convincenti e vincenti.

About Author